Casalinga si finge aborigena per farsi studiare da Alberto Angela

Angela Alberto – VOGHERA – È stato finalmente risolto il mistero che stava appassionando l’intera provincia pavese:

la casalinga e madre di famiglia scomparsa da settimane, Gina Cande, è stata ritrovata in un’isola sperduta del Golfo del Bengala, dove si era camuffata da aborigena per attirare l’attenzione dell’uomo dei suoi sogni, Alberto Angela.

La signora Cande è una della circa 30 milioni di donne italiane perdutamente innamorate del celebre paleontologo che ‘divulga forte‘. Da anni sognava di fare la sua conoscenza, preferibilmente in senso biblico, ma si era dovuta accontentare di un autografo sul libro “Amore e sesso nell’antica Roma”. Il giornalista sex symbol infatti è sempre talmente impegnato con le sue trasmissioni in giro per il mondo che la povera casalinga di Voghera non è mai riuscita a stalkerarlo come avrebbe desiderato. Una sera, mentre stava guardando con cupidigia il suo adorato presentatore, intento a illustrare i rituali di accoppiamento dei Mehinacu dell’Amazzonia, la signora Cande ha avuto un’idea geniale: travestirsi da indigena per essere studiata accuratamente dal divulgatore hot!

Angela

Da un’anteprima di Ulisse, la donna aveva saputo che Alberto Angela avrebbe girato un servizio sugli indigeni Jarawa delle isole Andamane.

Con l’aiuto di un’amica estetista, ha messo a punto un trucco perfetto, poi ha dato fondo a tutti i risparmi della sua famiglia per arrivare nel Golfo del Bengala, dimostrando grande sprezzo del pericolo: infatti per raggiungere la meta agognata ha dovuto viaggiare su un idrovolante, su una zattera di legno, sul dorso di un elefante e persino su un volo di linea Alitalia.

loading...

I familiari si erano accorti della sua assenza dopo qualche giorno, grazie ad alcuni indizi (i panni sporchi si erano accumulati per la casa, il cibo in frigorifero era finito, i pavimenti erano ricoperti da una patina di sporcizia) e ne avevano denunciato la scomparsa. Intanto Alberto Angela sbarcava con la sua troupe nell’arcipelago, dove la signora Cande si era fatta accettare tra i Jarawa preparando gustosi manicaretti andamano-pavesi, come il brasato di coccodrillo e la zuppa di tartaruga con polenta taragna. Quando il sexy antropologo si è avvicinato alla sua tribù, Gina ha sentito il suo sguardo posarsi su di lei e ha perso il controllo, saltando addosso al suo adorato presentatore e urlando “Studiami tutta! Gesticola col mio corpo! Fammi tua!”.

Le immagini hanno presto fatto il giro del mondo, grazie ai numerosi Alberto Angela Fans Club disseminati per tutto il globo terracqueo. Nel suo paese hanno riconosciuto Gina nella focosa aborigena e hanno dato vita al comitato per riportarla a casa “Fate prima che con i Marò”.Il marito della fedifraga casalinga di Voghera si dice affranto per l’accaduto, ma è disposto a perdonare la moglie “purché torni a pulire la casa e a cucinare”. Resta da capire come reagirà la protagonista nel rientrare in un paese in cui le donne godono di molta meno considerazione che tra gli indigeni Jarawa.

FONTE

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

LASCIACI UN COMMENTO:

commenti