Hai un cane? Hai diritto a 450 euro mensili, scopri come…

Cane a casa? Finalmente è giunta una notizia veramente importante, il costo per l’acquisto di medicinali, vaccinazioni, antiparassitari, giocattoli e alimenti e tutto quello che possa servire per il mantenimento di un cane domestico è stato equiparato al mantenimento di un vero e proprio figlio.

Così ha dichiarato il Ministero della Sanità degli Animali Domestici:

Mi sembrava doveroso riconoscere queste spese, molte volte faticose. Ho preposto questo disegno di legge per potere così offrire l’ opportunità di ricevere un sussidio annuo. Cosi tutti coloro che abbiano un animale domestico possa riuscire a combattere l’ abbandono degli animali, soprattutto di un cane.”*

loading...

Il costo per far fronte alla raccolta degli randagi crea qualche problema sul bilancio  pubblico per circa 12 Milioni di Euro all’anno. Per cui bisogna per far fronte a questi sprechi il premier ha introdotto questo contributo alle famiglie che hanno un animale domestico, riconosciuto come tale da enti specializzati quali: l’EPA, l’Ente Animali e l’AD, l’Associazione per gli animali. Si tratta di associazioni molto attive da molti anni il cui unico scopo è sempre stato quello di garantire a questi animali un’esistenza qualitativamente adeguata.

Ma andiamo ad esaminare il disegno di legge per gli animali domestici:

Il contributo sarà pari a circa 450€ e sarà disponibile per tutte le famiglie che abbiano un reddito inferiore a 16.500 euro e solo nel caso in cui l ‘intestatario del suddetto animale sia residente in Italia da Almeno 60 mesi.

L’animale domestico dovrà essere munito di microchip sottocutaneo, come attesta la legge.
Sarà istituita anche una specie di Carta di Identità dell’animale in questione, dove sarà specificato il nome e cognome dell’animale, del proprietario, il comune di residenza e la via sempre del proprietario. Sarà istituito un sistema informatico-telematico che permetterà di vedere sempre dove si trovino gli animali grazie al sistema GPS integrato nel microchip sottocutaneo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Le divertentissime reazioni dei cani sgridati dai padroni/ Guarda

E’ prevista anche una tessera sanitaria per l’animale che permetterà di scaricare le spese mediche dalla dichiarazione dei redditi e un Libretto Sanitario dell’animale, con il quale si potrà controllare in ogni momento dove si trova il cucciolo e come sta, per evitare che quest ultimo venga utilizzato solo a scopo di lucro.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

commenti